La Giostra dei Diritti nell'ambito delle proprie finalità istituzionali ha aderito, a livello nazionale, ad Adiantum

ADIANTUM si occupa di sensibilizzare la Società Civile contro ogni forma di “privazione”, a danno dei bambini, di tutte le più elementari forme di garanzia costituzionale, quali il diritto ad avere una famiglia, due genitori, una casa, una istruzione, una vera tutela della salute e ad essere accolti benevolmente nel nostro territorio.
L’Associazione, in particolar modo, intende fornire strumenti alla collettività per sensibilizzarla verso i sintomi più evidenti del Disagio Giovanile, quali il bullismo, l'alcoolismo e la tossicodipendenza adolescenziali, i disturbi dell'alimentazione e la dispersione scolastica, solo per citare i più gravi e diffusi. Tali fenomeni sono strettamente legati, a ben vedere, anche ad un frequente “assenteismo genitoriale”, fenomeno spesso presente anche in costanza di unione della coppia coniugale.

La Giostra dei Diritti ha fondato insieme a Coinetica il Centro di mediazione e formazione alla mediazione inMEDIAsREs 

Il "Centro di mediazione e formazione alla mediazione inMEDIAsREs", ha lo scopo di diffondere la cultura della mediazione dei conflitti, di svolgere attività di ricerca e formazione, di provvedere all'attività di mediazione per la conciliazione delle controversie familiari. Il Centro di Mediazione intende sviluppare anche specifici percorsi di mediazione interculturale, scolastica, penale, aziendale. Il Centro promuove altresì, insieme ad altri enti ed associazioni, pubblicazioni, incontri con la popolazione, seminari e congressi.  

La Giostra dei Diritti collabora con le Associazioni che hanno tra gli scopi lo sviluppo della personalità umana

Finalità principale dell'associazione è promuovere l’Etica dei linguaggi tra gli individui, le culture ed i saperi, favorendo lo sviluppo della salute e del benessere psichico della persona.

I diversi linguaggi e le differenti modalità di comunicazione rappresentano un potenziale enorme per lo sviluppo di stili di vita consapevoli. Partecipando in modo consapevole e responsabile alla costruzione di diverse modalità e consuetudini nell’organizzare i contenuti della mente, si favorisce la crescita di una nuova Etica dei linguaggi e di nuovi legami costruttivi tra individui e culture, facilitando l’incontro con le sfide del nostro tempo.

Il Fapi in collaborazione con La Giostra dei Diritti A.p.s. ed il Centro Studi ricerche e documentazione sui diritti delle persone, per la realizzazione dei propri fini istituzionali, ha costituito un centro culturale e civico denominato “CENTRO CULTURALE E CIVICO FAPI”, avente lo scopo di diffondere la cultura in tutti i suoi diversi aspetti compresi quelli relativi alla lingua, alla letteratura, all’arte, all’enogastronomia. Il Centro Culturale Civico è un'articolazione strettamente connessa al Fapi. 

RIVISTA COLLEGATA